Carenza di vitamina C: 15 sintomi da non ignorare

La vitamina C è un nutriente essenziale da consumare sempre per evitare carenze. In realtà, la carenza di vitamina C è rara nei paesi sviluppati, grazie alla disponibilità di prodotti freschi, agli integratori di vitamina C.

Ma colpisce comunque ancora circa il 7% degli adulti in Europa.

Le più comuni cause della carenza di vitamina C sono dieta povera, alcolismo, anoressia, alcune malattie mentali, fumo e dialisi.

Se hai una carenza di vitamina C, i sintomi possono comparire solo dopo mesi, ci sono alcuni segnali a cui stare attenti.

Ecco i 15 più comuni sintomi di carenza di vitamina C.

Indice articolo

 

Carenza di vitamina C: 15 sintomi principali

1. Pelle ruvida e con chiazze

La vitamina C è importante per produrre il collagene, una proteina dei tessuti connettività, come pelle, capelli, articolazioni, ossa, vene e arterie.

Una mancanza vitamina C può causare una malattia della pelle nota come cheratosi pilare.

Questa causa macchie e secchezza sulla parte posteriore delle braccia, delle cosce o dei glutei (detta “pelle di pollo”). È dovuta all’accumulo di proteina cheratinica nei pori.

La proteina cheratinica è una sostanza che serve a proteggere la pelle

La cheratosi pilare causata dalla carenza di vitamina C compare dopo 3-5 mesi di malnutrizione, la cura è mangiare vitamine.

Tuttavia, ci sono molte altre cause di cheratosi pilare, quindi da sola non basta a diagnosticare una carenza.

Quindi:

La carenza di vitamina C può causare piccole chiazze sulle braccia, sulle cosce o sui glutei. Tuttavia, queste da sole non bastano a diagnosticare una carenza.

Coltiva il benessere ogni giorno, è facile ► seguici su Facebook.

2. Peli del corpo di forma strana

La carenza di vitamina C può anche modificare la crescita dei peli. Hanno quindi forme piegate o arrotolate. La carenza modifica la struttura dei peli e causa questa anomalia.

Se hai carenza di vitamina C, un sintomo è questa forma dei peli o dei capelli. Potresti non farci caso, ma poiché peli sono danneggiati, possono staccarsi o cadere.

Le anomalie dei capelli spesso in un mese di cura a base di vitamina C.

Quindi:

I peli del corpo piegati o arrotolati sono un segno di carenza di vitamina C. Puoi non notarli perché possono cadere.

 

3. Follicoli arrossati

sintomi carenza vitamina C

I follicoli piliferi della pelle sono minuscoli pori che portano sangue e sostanze nutritive.

Quando c’è una mancanza di vitamina C, questi piccoli pori diventano fragili e si rompono, facendo comparire piccoli punti rossi intorno al follicolo.

Si parla di emorragia perifollicolare ed è un tipico sintomo di carenza di vitamina C.

Gli integratori di vitamina C in genere risolvono questo problema in due settimane.

Quindi:

I follicoli piliferi contengono minuscoli vasi sanguigni che possono rompersi a causa di una carenza di vitamina C, causando macchie rosse intorno al follicolo.

 

4. Unghie a “cucchiaio” con punti o linee rosse

Le unghie a forma di cucchiaio sono hanno una forma concava e sono spesso sottili e quindi fragili.

Sono spesso causate dall’anemia da carenza di ferro. Ma un’altra causa sembra essere la carenza di vitamina C.

Possono anche apparire, con la carenza di vitamina C, macchie rosse o linee verticali nel letto ungueale. Si tratta di emorragia subungueale o “a scheggia”: i vasi sanguigni, indeboliti, si rompono.

L’aspetto delle unghie aiuta a valutare una carenza di vitamina C, ma non basta da solo.

Quindi:

La carenza di vitamina C è associata a unghie a cucchiaio e con linee o punti rossi sotto il letto ungueale.

 

5. Pelle secca e screpolata

La vitamina C rende la pelle sana. Rinforza l’epidermide e lo strato esterno della pelle.

La vitamina C protegge la pelle dal sole e dalle sostanze inquinanti, come il fumo di sigaretta.

Aiuta anche a produrre collagene, idrata la pelle e la mantiene giovane.

Alti livelli di vitamina C migliorano la qualità della pelle. La carenza aumenta del 10% del rischio di pelle secca e rugosa.

La pelle secca o screpolata può essere causata da carenza di vitamina C. Ma anche altri fattori la rovinano. Quindi la sola pelle secca non significa che hai una carenza.

Quindi:

La mancanza di vitamina C danneggia la pelle ma questo sintomo può anche essere causato da altri fattori.

 

6. Lividi frequenti

Se i vasi sanguigni si rompono il sangue nelle aree circostanti e spuntano i lividi.

I lividi frequenti sono un sintomo comune di carenza di vitamina C, poiché il poco collagene indebolisce i muscoli.

I lividi legati alla carenza possono comparire in tutto il corpo.

Il livido è spesso uno dei primi sintomi di una carenza e dovresti fare altri esami per conoscere i valori di vitamina C.

Quindi:

La carenza di vitamina C indebolisce i vasi sanguigni, causando lividi. È spesso uno dei primi segni di questa carenza.

 

7. Ferite che non guariscono

Poiché la carenza di vitamina C rallenta la formazione di collagene, le ferite guariscono più lentamente.

Nei casi di grave deficit di vitamina C, vecchie ferite possono addirittura riaprirsi, e aumenta il rischio di infezione.

La lenta guarigione delle ferite è un sintomo di carenza che compare dopo molti mesi.

Quindi:

La carenza di vitamina c rallenta la formazione dei tessuti, causando lenta guarigione delle ferite. Questo è un sintomo avanzato di carenza, quindi puoi avere prima altri sintomi.

 

8. Articolazioni dolorose e gonfie

Anche le articolazioni contengono collagene nei tessuti connettivi. La carenza di vitamina C colpisce anche loro.

Spesso i dolori articolari sono associati a carenza di vitamina C. Talvolta sono gravi da far zoppicare o camminare male.

Il sanguinamento all’interno delle articolazioni può verificarsi anche in persone che sono carenti di vitamina C, causando gonfiore e dolore addizionale

Tuttavia, entrambi questi sintomi possono essere trattati con supplementi di vitamina C e si risolvono comunemente entro una settimana (1).

Quindi:

La carenza di vitamina C provoca spesso dolori articolari gravi. Nei casi più gravi, fa zoppicare.

 

9. Ossa deboli

La carenza di vitamina C può anche nuocere alle ossa. Un basso apporto è collegato al rischio di fratture e osteoporosi (23).

La ricerca ha scoperto che la vitamina C ha un ruolo fondamentale nel formare l’osso, quindi la carenza la rottura.

In particolare, la carenza di vitamina C colpisce le ossa dei bambini, poiché sono ancora in via di sviluppo (4).

Quindi:

La vitamina C rinforza l’osso, un deficit può aumentare il rischio di fratture.

Coltiva il benessere ogni giorno, è facile: seguici su Facebook.

10. Gengive sanguinanti e caduta dei denti

Gengive rosse, gonfie e sanguinanti sono un altro segno di carenza di vitamina C.

Se hai poca vitamina C, la gengiva si indebolisce, si infiamma e i vasi sanguigni si possono rompere (5).

Una grave carenza può rendere le gengive viola e marce.

Alla fine, i denti possono cadere (6).

Quindi:

Se hai carenza di vitamina C, un sintomo sono le gengive rosse e sanguinanti. Una grave carenza può persino portare alla perdita dei denti.

 

11. Difese immunitarie deboli

Gli studi mostrano che la vitamina C “nutre” le cellule del sistema immunitario per aiutarle a combattere le infezioni e patogeni che causano malattie (7).

La carenza di vitamina C indebolisce difese immunitarie. Quindi aumenta il rischio di infezioni, anche gravi, come la polmonite.

Infatti, molte persone con lo scorbuto, una malattia causata da carenza di vitamina C, muoiono di infezione perché il sistema immunitario è mal funzionante (8).

Quindi:

La vitamina C è un nutriente importante per il sistema immunitario. Valori bassi di vitamina C aumentano il rischio di infezione. Una grave carenza può causare la morte per malattie infettive.

 

12. Anemia da carenza di ferro cronica

La vitamina C e l’anemia da carenza di ferro spesso si verificano insieme.

I sintomi di anemia da carenza di ferro sono:

  • Pallore
  • Affaticamento
  • Difficoltà a respirare
  • Pelle e capelli secchi
  • Mal di testa
  • Unghie a forma di cucchiaio

La mancanza di vitamina C riduce l’assorbimento del ferro. Quindi può contribuire all’anemia da carenza di ferro (9).

La carenza di vitamina C aumenta anche il rischio di sanguinamento eccessivo, che può contribuire all’anemia.

Se l’anemia da carenza di ferro persiste senza cause, dovresti fare un esame del sangue di vitamina C.

Quindi:

La carenza di vitamina C può aumentare il rischio di anemia da carenza di ferro perché riduce il metabolismo del ferro.

 

13. Sei stanco e di malumore

carenza vitamina c

Due dei primi sintomi di carenza di vitamina C sono stanchezza e cattivo umore.

Puoi avere questi sintomi anche prima che si sviluppi una vera e propria carenza.

Sebbene fatica e malumore siano tra i primi sintomi, in genere passano dopo pochi giorni se assumi abbastanza vitamina C (10).

Quindi:

Fatica e cattivo umore possono comparire anche con livelli di vitamina C poco bassi o normali, ma passano presto integrando vitamina C.

 

14. Aumento di peso inspiegabile

La vitamina C può proteggere dall’obesità. Regola il consumo dei grassi riducendo gli ormoni dello stress (11).

Vari studi associano la carenza di vitamina C e il grasso in eccesso, ma non è chiaro se è una relazione di causa ed effetto (1213).

È bene notare che la vitamina C bassa nel sangue è associata a maggior grasso addominale, anche in persone di peso normale (14).

Solo il grasso in eccesso non basta a dire che c’è una carenza di vitamina C, ma vale la pena fare dei controlli.

Quindi:

Poca vitamina C può far aumentare il grasso corporeo, ma possono esserci altre cause, come la dieta.

 

>Leggi anche: 30 trucchi per perdere peso in modo naturale

15. Infiammazione cronica e stress ossidativo

La vitamina C è uno degli antiossidanti più importanti del corpo.

Protegge le cellule neutralizzando i radicali liberi che possono causare stress ossidativo e infiammazione.

Stress ossidativo e infiammazione provocano molte malattie croniche (malattie cardiache, diabete). Quindi è probabile che ridurre i loro livelli faccia bene (15).

Bassi apporti di vitamina C sembrano invece aumentare infiammazione e stress ossidativo, quindi il rischio di malattie cardiache.

Uno studio mostra che gli adulti con i livelli ematici di vitamina C bassi avevano quasi il 40% in più di probabilità di sviluppare insufficienza cardiaca entro 15 anni rispetto a quelli con i livelli ematici più alti.

Quindi:

Il consumo regolare di antiossidanti (come la vitamina C) fa bene alla salute, mentre la carenza può aumentare l’infiammazione e lo stress ossidativo.

 

Le migliori fonti di vitamina C

carenza di vitamina C

La dose giornaliera consigliata (RDA) di vitamina C è 90 milligrammi (mg) per gli uomini e 75 mg per le donne (16).

I fumatori dovrebbero assumere altri 35 mg al giorno, poiché il tabacco riduce l’assorbimento di vitamina C e aumenta il consumo nell’organismo.

Basta poca vitamina C a prevenire lo scorbuto. Solo 10 mg al giorno, che è circa il succo di mezzo limone.

Alcune delle migliori fonti di vitamina C (per porzione) sono:

  1. Ciliegia Acerola: 2740% della RDA
  2. Guava: 628% della RDA
  3. Ribes nero: 338% della RDA
  4. Peperone rosso dolce: 317% della RDA
  5. Kiwi: 273% della RDA
  6. Litchi: 226% della RDA
  7. Limone: 187% della RDA
  8. Arance: 160% della RDA
  9. Fragola: 149% della RDA
  10. Papaya: 144% della RDA
  11. Broccoli: 135% della RDA
  12. Prezzemolo: 133% della RDA

La vitamina C è termolabile: si distrugge se esposta al calore. Quindi frutta e verdura crude sono migliori fonti di quelle cotte.

Poiché il corpo non immagazzina molta vitamina C, è meglio mangiare frutta e verdura fresche ogni giorno.

Non è stato dimostrato che gli integratori di vitamina C siano tossici, ma mangiare più di 2.000 mg al giorno può causare crampi addominali, diarrea, nausea e aumenta il rischio di calcoli renali.

Inoltre, dosi eccessive possono alterare i valori degli esami di sangue nelle feci e devono essere evitate per due settimane prima.

Quindi:

Frutta e verdura fresche sono ottime fonti di vitamina C. Mangiale ogni giorno. Gli integratori di vitamina C non sono nocivi, ma possono dare effetti indesiderati.

 

Carenza di vitamina C, concludendo

La carenza di vitamina C è abbastanza rara nei paesi sviluppati, ma colpisce ancora 1 persona su 20.

L’uomo non produce vitamina C e il corpo non la conserva. Quindi devi consumarla spesso per prevenire la carenza, magari con frutta e verdura fresca.

Ci sono molti sintomi di carenza, legati alla carenza di collagene o antiossidanti.

Alcuni primi segni di carenza sono fatica, gengive arrosate, lividi, dolore articolare e pelle ruvida e arrossata.

Se la carenza aumenta, le ossa possono diventare fragili, puoi avere problemi ai capelli e alle unghie, le ferite possono richiedere più tempo per guarire e il sistema immunitario ne soffre.

Infiammazione, anemia da carenza di ferro e aumento di peso inspiegabile sono altri segnali da tenere d’occhio.

Per fortuna, i sintomi di carenza passano appena i livelli di vitamina C tornano normali.

L’hai trovato interessante?
Coltiva il benessere ogni giorno, è facile: seguici su Facebook.

Scrivi un Commento